Around the world trip without flights was completed March 18, 2013. But many new travel projects came and will come. Books, photos and videos of a free life dedicated to the knowledge of the amazing World where we are living.

martedì 15 gennaio 2019

Etna Therapy


Ecco che prende forma un nuovo stimolante e ambizioso progetto nato dall'incontro di tre anime nomadi che, oltre alla loro gioiosa energia, condivideranno le loro conoscenze in diversi settori di natura olistica:
Etna Therapy 🔥🕉🌏

Nel meraviglioso contesto di una villa da sogno del ‘700 con piscina, ampio giardino tra alberi di avocado e mango, palme, piante di banane e una strepitosa vista sul maestoso vulcano Etna, si svolgeranno diverse attività benefiche per anima e corpo:

- Yoga
- Massaggio thailandese
- Meditazione
- Danza contemporanea
- Contact improvisation.

🌏 A queste attività verrà affiancato un inedito CORSO DI FORMAZIONE PER VIAGGIATORI, frutto di tanti anni di esperienza in giro per il mondo.🌏

Carlo Taglia, noto come Vagamondo, dopo aver percorso, in solitaria, oltre 200.000 km via terra e mare attraverso tutti i continenti condividerà la sua preziosa esperienza in maniera approfondita. Non ci sarà solo una preparazione sul piano pratico e organizzativo, ma soprattutto un lavoro sulla parte psicologica per affrontare al meglio le difficoltà che possono venire fuori dalla solitudine, dai pericoli e dall'approccio con culture o religioni differenti. Naturalmente si darà un occhio di riguardo per la sicurezza delle donne. Carlo ha vissuto e lavorato in quasi tutti i continenti alternando una decina di mestieri diversi, nel corso condividerà anche utili informazioni sui vari lavori che si possono svolgere in viaggio per trasformare la propria esperienza in qualcosa di più che una vacanza. Sarà trattato il tema dell'autopubblicazione di libri per chi interessato a diventare scrittore ed editore indipendente.

⛰Inoltre nel già ricchissimo menù di questa settimana ci sarà una stupenda escursione sul suggestivo vulcano Etna!  Uno dei vulcani più attivi al mondo e il più alto attivo in Europa.🌋

🌀Yoga & Meditazione🌀
Le lezioni saranno impostate da Jacopo Pennisi, il quale si è inoltrato nella ricerca interiore dapprima tramite la meditazione e successivamente approfondendo la conoscenza del Sè attraverso lo Yoga. Tale ricerca lo ha portato ad esplorare per diversi anni consecutivi l’India, dove ha studiato con molta dedizione Ashtanga Yoga. Durante il workshop Jacopo condividerà le sue conoscenze in maniera pratica con tecniche di meditazione, pranayama (controllo del respiro) ed un’introduzione all’Ashtanga Yoga. Dato che nella ricerca del Sè non esistono livelli, bensì esperienze differenti, la pratica verrà adattata in base all’esperienza di ciascun individuo.

🌀Danza contemporanea & Contact Improvisation🌀
Tutta la parte relativa al mondo della danza sarà gestita da uno strepitoso ballerino coreano di fama internazionale: Won Myeong. Spesso è in giro nei migliori teatri del mondo dove si esibisce con le sue performance di danza contemporanea da lui denominate "l'uomo armonico". Esse si basano sul nostro lato umano focalizzandosi su diverse emozioni. La sua pratica porta alla riscoperta di movimenti involontari e motivazioni dimenticate. Intrepido viaggiatore Won è praticante da oltre vent'anni e la sua  esperienza lo ha portato a diventare insegnante di danza con corsi in diversi paesi e continenti.

🌀Massaggio Thailandese🌀
Infine Carlo Taglia, oltre al corso di formazione per viaggiatori, praticherà il Nuad Boran, l'antico massaggio tradizionale thailandese. Esso rappresenta l’insieme di quei trattamenti il cui lavoro è eseguito lungo precise linee energetiche dette “Sen”, con la finalità di bilanciare e riequilibrare tutto il sistema energetico del nostro corpo. Affonda le sue radici nelle remote concezioni filosofiche orientali, infatti riprende parte di medicina tradizionale cinese e yoga. Le sue origini risalgono approssimativamente a 2500 anni fa, quando alcuni monaci buddisti, provenienti dall’India, si stabilirono nell’antico regno del Siam, l’odierna Thailandia. Carlo ha studiato nelle migliori scuole thailandesi e pratica da diversi anni.

Insomma una settimana condita da tanta travolgente energia per permettere ai partecipanti di proseguire al meglio il proprio percorso di vita o semplicemente per prepararsi prima di un lungo viaggio nel mondo. Se siete interessati affrettatevi a scriverci perché ci sarà un numero chiuso che va da un minimo di 10 persone ad un massimo di 20.

⛰Programma⛰
07:30 - 09:00 Yoga
09:30 - 10:30 colazione
11:00 - 12:00 contact improvisation
12:30 - 15:00 pranzo, riposo e piscina
15:00 - 17:00 danza contemporanea
18:00 - 18.30 meditazione
19:00 - 20:00 cena
20:00 - 21:30 formazione viaggiatori

A turno quattro persone al giorno riceveranno un massaggio thailandese in orari diversi tra mattino e pomeriggio.

Etna Therapy si terrà dal 3 al 9 giugno nella villa Femminamorta a Carruba, provincia di Catania, in Sicilia. I tre pasti quotidiani saranno vegetariani e saranno serviti da un cuoco che utilizzerà principalmente prodotti biologici e km 0. 

Elenco di tutto ciò che comprendono le tariffe:

- Soggiorno in una stupenda villa del ‘700 con piscina tra palme, alberi di avocado, piante di banane e manghi per 7 giorni e 6 notti.
- Colazione, pranzo e cena con menù vegetariano per 7 giorni.
- Pratica di yoga, meditazione, danza contemporanea, contact improvisation e corso di formazione per viaggiatori con vari insegnanti specializzati per 5 giorni.
- Un massaggio tradizionale thailandese.
- Escursione sul vulcano Etna con trasporto incluso.

Tariffe per singola persona:

- Posto tenda 480 €
- Camerata da quattro letti 580 €
- Camera doppia 680 €
- Camera singola 780 €

Richiesta di iscrizione da inviare alla mail carlo.taglia.viaggi@gmail.com indicando nome, cognome, data di nascita e la motivazione per l'interesse a questa esperienza.
Nel caso di disponibilità per procedere dovrai pagare un acconto del 30% sul costo totale. L'acconto è rimborsabile solo se si trova un sostituto. In caso di troppe richieste verranno create delle nuove date verso settembre.
Grazie e Buona Vita.

mercoledì 22 agosto 2018


Finalmente sta per iniziare il nuovo tour italiano di presentazione dei miei libri e condivisione delle esperienze di viaggio, tra cui l'ultima favolosa esperienza africana.
Venite ad incontrarmi e conoscermi in queste tappe.

Tappe del Vagamondo Tour:

- 25/08 River Tribe Adventure - Laino Borgo (CS)

- 30/08 7 Chakras Festival 2018 - Tuscania (VT)

- 08/09 Bunker - Torino

- 11/09 Acropolis - Tempio del Futuro Perduto - Milano

- 13/09 Làbas - Bologna

- 15/09 Teatro Caffeina - Viterbo

- 18/09 Liceo Genovesi - Napoli

- 20/09 Il Garbino - Trani

- 25/09 Università - Catania

- 29/09 Magneti Cowork - Palermo

- 03/10 Hostel Sardinia - Quartu Sant’Elena, Cagliari

- 06/10 Il Baretto di Porto Ferro - Sassari / Alghero

- 11/10 CSO Pedro - Padova

lunedì 14 maggio 2018

Vagamondo: un prodigio editoriale

5 anni fa andai al Salone del libro di Torino alla ricerca di un'opportunità per pubblicare Vagamondo, il mio primo libro. Ero ancora uno scrittore timido e sconosciuto, fu difficile attirare l'attenzione di qualche casa editrice. Quelli a cui mi proponevo a mala pena mi ascoltavano e io non ho mai amato supplicare la gente. Tra le rarissime possibilità che avevo mi venivano offerte condizioni economiche umilianti o mi veniva chiesto di aggiungere fatti mai accaduti nel testo. Così che decisi di fare una scelta anticonformista seguendo il mio istinto: autoprodurre il mio libro. Ad oggi ho distribuito oltre 50.000 libri e la mia scelta si è rivelata un prodigio editoriale. Condivido la mia esperienza con tutti voi per poter ispirare altri percorsi simili. Se siete degli aspiranti scrittori, o semplicemente dei sognatori, prendetevi dieci minuti del vostro tempo per guardare questo video. Vi prometto che sarà tempo ben speso. Buona vita a tutti.


domenica 6 maggio 2018

Buongiorno Vagamondo 3.0!!

Con profonda emozione, e immensa gioia, posso gridare al mondo la nascita di una nuova amata creatura letteraria: Vagamondo 3.0, dal Capo di Buona Speranza a Capo Nord senza staccare i piedi da terra!!!
“Un’esperienza di Vita straordinaria. 36.000 chilometri da Capo di Buona Speranza (Sudafrica) fino a Capo Nord (Norvegia). I due estremi del mondo uniti in duecento intensi giorni di viaggio in cui il protagonista utilizza solo trasporti pubblici o recupera passaggi in autostop. Mozzafiato paesaggi primordiali, ancestrali tribù africane, il regno degli animali selvatici, incontri magici e una grande ospitalità. Le straordinarie bellezze dei deserti della Namibia e dell’Etiopia. L’affascinante e maestoso Antico Egitto. Un grande contatto culturale con i popoli del continente più povero e misterioso. E poi i momenti difficili, lo sconforto, il pericolo durante la traversata dell’Africa nera.
Negli oltre cento mezzi presi in più di sei mesi di viaggio, Carlo incontra solo due stranieri e quindi si trova quasi sempre l’unico bianco su mezzi sgangherati o nelle caotiche stazioni delle deliranti metropoli africane. Subisce alcune aggressioni, anche a mano armata. Si trova nel mezzo di uno storico colpo di Stato ad Harare, in Zimbabwe, dove assiste alla caduta di Mugabe dopo trentasette anni di dittatura. Viaggia con i rifugiati del Malawi, con i quali si trova a dover corrompere la polizia di frontiera. Affronta “viaggi della speranza” in autostop attraverso alcuni dei deserti più grandi al mondo, in Botswana e in Sudan. Poi il passaggio nella conflittualità del Medio Oriente e la traversata del Mediterraneo a bordo di una nave mercantile, per sbarcare infine in Italia e tirare su dritto verso la Scandinavia. Questa epica impresa si conclude nell’estremo nord del mondo, a Capo Nord, in condizioni climatiche avverse. L’ultimo capitolo di un progetto durato sette anni attraverso tutti i continenti, senza prendere aerei e percorrendo oltre 200.000 chilometri. Un’immensa ricchezza condivisa, pura Esperienza di Vita. Un profondo viaggio introspettivo dove si respira la grande evoluzione interiore che trasmette la strada.”
Libro disponibile su www.amazon.it/Vagamondo-3-0-Buona-Speranza-staccare/dp/1717071074

INFO UTILI:

- Se ti interessa conoscere meglio la mia storia dall’inizio puoi leggere il primo libro autobiografico “Vagamondo, il giro del mondo senza aerei” che riguarda i viaggi dal 2005 al 2013 ed è disponibile su www.amazon.it/Vagamondo-Giro-Mondo-Senza-Aerei/dp/1517156092
- “Vagamondo 2.0, Centro America via terra e tre anni di Esperienza” riguarda le avventure tra il 2013 e il 2017 ed è disponibile su www.amazon.it/Vagamondo-2-0-Centro-America-Esperienza/dp/1544618913
- “La Fabbrica del Viaggio, il sintetico manuale del Vagamondo”, adatto per chi è alle prime armi con il viaggio, è disponibile su www.amazon.it/gp/product/1523747218
- Puoi seguirmi anche sul profilo facebook:
https://www.facebook.com/Vagamondo.Pirata
- Su Instagram:
https://www.instagram.com/vagamondo3/
- La versione in inglese di Vagamondo è disponibile in tutti gli Amazon store. Cercare "Vagamondo, around the world without flying"

mercoledì 25 aprile 2018

La promessa mantenuta

Il tumore non devasta solo la vita della persona malata, ma lascia anche ferite indelebili dentro le persone care che hanno accompagnato chi amavano fino all’ultimo giorno. Alcuni, dopo vari anni, riescono a riprendersi, ma altri rimangono segnati e traumatizzati per il resto della loro vita. Quando ho visto mia madre morire lentamente nei suoi ultimi mesi, mi sono fatto una promessa. Non l’avrei data vinta a quella terribile malattia, ma anzi avrei reso questa dolorosissima esperienza il mio punto di forza per realizzare i miei sogni più grandi e dedicarli a lei.
Questi sono i quattro principali viaggi via terra, in cui ho percorso oltre duecentomila chilometri senza prendere aerei. Tutti percorsi negli ultimi sette anni, attraversando ben cinquantotto dei settantatré Paesi visitati nella mia vita (quindi questi nella mappa non sono tutti). Ogni tratto di quella linea per me è un intriso di spirito di sacrificio e infinita gioia. Fatica, ma intense emozioni che conservo scolpite dentro all’anima. Anche se dico di averli fatti in solitaria alla fine non ero mai solo. Avevo vicino a me un’Anima che mi proteggeva e mi sosteneva, a cui dedico tutta questa immensa esperienza di Vita. Mia madre prima di andarsene mi ha insegnato ad amare profondamente la Vita, perché è straordinario l’amore che si raggiunge per essa quando si sa che sono i nostri ultimi giorni di esistenza. Lo strazio vissuto vedendo giorno dopo giorno la malattia consumare il corpo del legame più potente avuto sulla Terra mi ha reso una persona più forte, determinata e consapevole. Mi ha spalancato gli occhi, per uscire dal buco nero in cui mi trovavo, e spinto a perseguire i miei sogni oggi senza aspettare un domani che non è scontato. Tutti noi prima o poi viviamo i nostri drammi. Quello che io voglio trasmettere a voi con la mia storia è che le tempeste della vita non sono solo delle occasioni in più per piangerci addosso, bensì delle straordinarie opportunità per evolverci e diventare consapevoli sull’immenso valore dell’esistenza.

Dal Capo di Buona Speranza a Capo Nord


36.000 km in 200 giorni con trasporti pubblici e autostop. Dal Capo di Buona Speranza (Sudafrica) a Capo Nord (Norvegia) per unire i due estremi del mondo e completare il mio giro del mondo senza aerei con un altra strepitosa avventura. La traversata dell'Africa, l'ultimo continente che mi mancava dopo Europa, Asia, Centro e Sud America. La fine di un progetto favoloso di oltre 200.000 km in 7 anni. Questa la mia ultima esperienza che condividerò presto in un nuovo libro. A maggio uscirà Vagamondo 3.0!!

martedì 13 giugno 2017

Inno alla Vita


Amo profondamente la mia vita. Amo tutto quello che mi ha reso la persona che sono oggi nel bene e nel male. Amo il mio irrequieto passato che ogni tanto torna a bussare alla porta della mia coscienza, ma che ormai è diventato un amico più che un nemico. Amo le risate con gli amici, l’abbraccio di un fratello e sapere che qualcuno a cui sono legato sta provando gioia o serenità. Amo i pochi amici che sono stati capaci di gioire assieme a me per le mie scelte radicali che mi hanno reso felice. Amo le mie nipotine. Amo il vino rosso e celebrare ogni singolo momento di vita in più o semplicemente la compagnia di qualcuno. Amo l’avvolgente silenzio della foresta del nord dove ogni preoccupazione svanisce nel nulla da cui proviene e tutto diventa così naturale. Amo l’India che mi ha spalancato la mente a 360 gradi. Amo soprattutto Varanasi. Amo il sitar e gli handpan, tutta quella musica che fa vibrare l’anima. Amo le stupende popolazioni indigene. Amo l’odore di questa stupenda fanciulla scandinava che ho incontrato e che mi sta accompagnando per un pezzo indefinito di questo straordinario percorso che è la vita.

Amo condividere la grande bellezza che i miei occhi colmi di gratitudine hanno avuto il privilegio di ammirare nei paradisiaci paesaggi di questa meravigliosa Terra. Amo la luce divina che incontro nello sguardo delle persone di cuore che in pochi secondi mi sembra di conoscere da una vita perché ritrovo me stesso. Amo le persone che scendono meno possibilmente a compromessi e che ti sbattono la verità cruda in faccia senza nascondersi tra tante inutili parole. Amo chi lotta ogni giorno per rendere nel suo piccolo questo mondo migliore di come l’ha trovato. Amo i guerrieri della luce, quelli che nella grande propaganda del terrore non si fanno ipnotizzare da chi li vuole rendere schiavi della paura e si impegnano ogni giorno per diffondere positività anche se remano controcorrente. Amo non chi non ha paura, perché in fondo è umano averla, ma chi ha deciso di affrontarla. Amo chi ha compreso che le scuole tradizionali vanno rivoluzionate. Amo chi non crede alla marea di cazzate che ci raccontano ogni giorno.

Amo sapere che quello che faccio può aiutare qualcun altro anche nel suo piccolo a sentirsi meglio. Amo ispirare radicali scelte di vita che portano verso i sogni altrui. Amo scrivere collegando il cuore alla mano come un fiume in piena e senza interesse di controllare troppo il testo lasciandolo genuino e fresco di spontaneità. Amo i miei libri e quelli degli altri che ti rapiscono per dei giorni. Amo i film che stimolano dentro di te tanta voglia di fare. Amo le storie vere e le biografie. Amo la gentilezza inaspettata, gli abbracci pieni di energia, chi non ti giudica e non si fa condizionare dal giudizio altrui. Amo le piccole comunità agricole dove si condivide tanto e ci si aiuta l’uno con l’altro al contrario delle città dove si diventa tutti più egoisti e individualisti. Amo chi balla sempre e comunque anche senza aver per forza bisogno di imbottirsi di alcol o droghe. Amo il mio bimbo interiore, giocare o scherzare. Amo le persone indipendenti che sono abituate ad arrangiarsi senza chiedere troppo agli altri. Amo le menti creative e chi sa usare le proprie mani per costruire qualcosa con poco. Amo imparare. Amo chi si adatta a tutto senza aspettative o pretese. Amo la vita e vorrei vivere a lungo, ma soprattutto amo la morte che rende la vita così speciale. Amo i vecchi cimiteri abbandonati e sommersi dalla vegetazione. Amo la gioia ma anche tutta la sofferenza che ho provato nel mio cammino perché mi ha donato una grande consapevolezza.

Amo il mondo dei sogni, i viaggi sia fisici e sia psichedelici. Amo l’evoluzione introspettiva cercando di lavorare giorno per giorno per rimuovere inutili e limitanti catene che mi ha trasmesso la società da cui provengo. Amo fottermene delle formalità e spogliarmi dalle maschere sociali per esaltare sempre la sincerità e la spontaneità. Amo la bici ma soprattutto il mio camper che è sinonimo di libertà. Amo campeggiare con un bel gruppo di amici in un festival. Amo l’Ozora che è molto di più di un festival bensì uno stile di vita. Amo il forte temporale e l’energia dei fulmini, il tatto della neve che si scioglie nelle mani, un tuffo nel mare dopo ore di sole con la pelle scura e i peli dorati. Amo l’energia delle cascate impetuose, dei torrenti e dell’oceano. Amo la luna piena, le stelle, l’aurora boreale, il sole di mezzanotte, le albe e i tramonti, le giornate di sole con il risveglio primaverile, i colori dell’autunno ma anche le giornate grigie che rimettono in discussione le tue certezze alimentando nuovi dubbi. Amo le montagne, la foresta, i fiori e i frutti di bosco.

Amo piangere commuovendomi per emozioni forti sia belle che brutte ma soprattutto reagire alle avversità. Amo stringere i denti ed essere una testa più dura della durezza della vita. Amo sfogare la tensione o lo stress correndo nella natura, le endorfine che rilascia l’attività sportiva e sentire il mio corpo in forma. Amo esprimere sul mio corpo la storia della mia vita attraverso infiniti tatuaggi. Amo il sudore di un’intensa attività di yoga. Amo l’orgasmo quando il sesso non è solo un atto fisico ma qualcosa di più spirituale perché se no dopo mi lascia solo un grande vuoto. Amo l’aglio e il peperoncino, ma soprattutto mangiare prodotti biologici coltivati dalla propria terra. Amo i bambini del mondo con cui riesco a comunicare facilmente nei miei viaggi al contrario degli adulti troppo persi nelle loro distrazioni. Amo gli animali selvaggi, ma anche i cani e i gatti che ti fanno le feste. Amo con profonda gratitudine aver avuto l’opportunità di vivere. Amo l’amore che scalda il cuore di tutti noi e non per forza quello di un partner, ma quello vero e puro che trasmettono le persone che hanno compreso che siamo tutti Uno.